inonvazione

 

Ieri 2 dicembre 2022, presso l’auditorium “Boccardi” della sede di Locorotondo del nostro istituto, sono state avviate le attività previste nel progetto "XFarm Education - Agricoltura digitale" (Progetto 13.1.4A-FESRPON-PU-2022-5 Laboratori green, sostenibili e innovativi per le scuole del secondo ciclo).

Gli studenti delle classi quinte e dell’anno di specializzazione per Enotecnico, guidati dal responsabile tecnico del progetto XFarm Marco Golino, hanno seguito un corso di alta formazione e installato la capannina meteo e i sensori in campo al fine di adottare soluzioni di Agricoltura 4.0 nella gestione dell’azienda agraria della sede di Locorotondo.

L’analisi e l’interpretazione dei dati da remoto consentirà di operare in un’ottica di sostenibilità ambientale (utilizzo di fitofarmaci, fertilizzanti e acqua in base alle reali necessità delle piante coltivate), e sostenibilità economica (minor costo di produzione e un conseguente aumento della redditività aziendale).

L’obiettivo didattico del progetto è diffondere fra i futuri tecnici la cultura digitale e la fiducia nelle potenzialità delle nuove tecnologie per la gestione dell’azienda agraria e garantire conoscenze e competenze tecniche che li consentiranno in futuro di fronteggiare gli effetti devastanti dei cambiamenti climatici.

asina

 

La cantina didattica sperimentale della sede di Locorotondo, ieri 2 dicembre 2022, nell’ambito di una collaborazione con Marianna Cardone della Cantina Cardone Vini Classici srl di Locorotondo, ha respirato un’aria internazionale grazie alla visita di trenta studenti universitari frequentanti un corso di laurea "Italian Food and Wine" dell'Università di Padova provenienti da diversi paesi del mondo.

Ad accogliere gli illustrissimi ospiti la prof.ssa Sophie Guarnieri, il prof. Ignazio Zara e il Dott.Pasquale Venerito del Centro di Ricerca Basile Caramia di Locorotondo, I quali, dopo aver illustrato la storia e l’offerta formativa del nostro istituto, le tecniche di produzione dei nostri vini DOC e IGP, hanno proposto loro una degustazione di Vini della Cantina Cardone e della nostra cantina.

E’ stato un momento di confronto tecnico finalizzato a far conoscere le attività di ricerca e sperimentazione in ambito enologico che i nostri studenti stanno realizzando in collaborazione con l’università di Lecce, Assoenologi e il mondo del lavoro.

asina

 

Questo evento ha riunito insegnanti, studenti, fornitori di formazione e altri attori a livello nazionale e dell'UE per evidenziare il ruolo che l'istruzione e la formazione professionale (IFP) può svolgere nella creazione di un settore agricolo pronto per la transizione verde e digitale.

LEGGI L'ARTICOLO E SCARICA I DOCUMENTI

asina

 

Stamattina nel foto boario di Martina Franca in contrada Ortolini è stato inaugurato il mercato concorso delle razze equine. Cavalli murgesi ed asini di Martina Franca in competizione per il podio.

LEGGI L'ARTICOLO SU NOINOTIZIE.IT

slow food 
Nell’atmosfera magica del “Museo delle macchine agricole” presso la sede dell’IISS Pavoncelli si è tenuta la presentazione della Guida slow food. Dopo i saluti di Pio Mirra, dirigente scolastico del Pavoncelli, Francesco Bonito, Sindaco del Comune di Cerignola, e di Sergio Cialdella, Assessore alle Attività produttive, hanno relazionato la curatrice nazionale di Osterie d’Italia, Francesca Mastrovito, il presidente di Slow Food Puglia, Marcello Longo, e i curatori regionali delle guide, Salvatore Taronno e Francesco Muci.
 
Alla presentazione della Guida è seguita la degustazione gastronomica curata da rinomati

chef del territorio:
Pietro Zito – Antichi Sapori (Andria);
Peppe Zullo – Ristorante Peppe Zullo (Orsara di Puglia);
Salvatore Riontino – Canneto Beach 2 (Margherita di Savoia);
Rosario Di Donna – U Vulesce (Cerignola);
Nicola Consiglio – Piana delle Mandrie (Bovino);
Luigi De Vita – La Locanda del Maniscalco (Mattinata);
Cosimo Di Gioia – Frangipane (Trani);
Gianluca Ferri – Masseria Barbera (Minervino);
Lele Murani – Terra Arsa (Foggia);
Cinzia Piccareta – Bottega dell’Allegria (Corato).
Il tutto accompagnato dai vini delle aziende pugliesi di Slow Wine.
Alla presentazione gastronomica ha partecipato anche l’IISS Pavoncelli, che non ha certamente sfigurato davanti agli importanti chef presenti, anzi …. tutti in fila per gustare il nostro fantastico dolce “Millepane del Pavoncelli” con sfoglie croccanti di pane, crema pasticcera, crema alla bella di Cerignola, spuma di ricotta e glassa al vino delle cantine del nostro istituto.
La giornata ricca di emozioni è stata preceduta da un momento di formazione offerto agli studenti di cucina del Pavoncelli con in cattedra gli chef partecipanti.
Complimenti per l’organizzazione, l’impegno e la passione dei proff. Lucia Amoroso, Giuseppe Demonte, Nicola Pasquariello, Marco Travaglio e dell’ass. tecnico Fabio Mitola e non dimentichiamo i nostri magnifici ragazzi di cucina, sala e accoglienza.

Siamo pronti per questa nuova avventura: relazionare sulle pratiche innovative adottate in campo, in cantina e nell'oleificio della nostra scuola in un convegno internazionale fra scuole agrarie europee. In bocca al lupo ai nostri relatori!!

bruxelles 1

bruxelles 2

bruxelles 3>

visita 
 

Si svolgerà domenica 27 novembre, a partire dalle ore 18.00, presso l’IISS Pavoncelli di Cerignola la manifestazione di presentazione delle Guide Slow Food Editore 2023 per la Regione Puglia organizzata dalla Condotta Slow Food Foggia e Monti Dauni e dal Comune di Cerignola.

All’appuntamento si potrà partecipare esclusivamente tramite invito.

DAL FAST FOOD ALLA CUCINA DELLA TRADIZIONE 
 L'IISS Pavoncelli ha partecipato con la Cattedra di Geografia del Disuff dell'Università di Salerno all'evento "Il paesaggio del cibo: dai fasti food al cibo tradizionale. Un percorso esperienziale ed interattivo per il cibo sostenibile".

Gli studenti dell’Alberghiero “G. Pavoncelli”, guidati dalla prof.ssa Paola Zoccoli, docente di diritto e Tec. Amm.ve delle strutture ricettive, hanno partecipato in collegamento on line, presentando la loro esperienza della panificazione e preparazione di pietanze con la farina del grano Senatore Cappelli, coltivato nell’azienda agraria annessa all’Istituto. Nelle preparazioni sono stati guidati sapientemente dai prof. Giuseppe Demonte e Marco Travaglio. Hanno raccontato anche dei sapori e dei paesaggi legati alle coltivazioni ed al consumo di questi cibi tipici del territorio

L'evento è inserito nell'iniziativa Equilibri di Futuro Remoto- Città della Scienza ed è stato inserito anche nella settimana della sostenibilità Unesco.

logo

Il giorno 5 dicembre p.v. alle ore 10:30, è convocata la rete in oggetto per discutere i
seguenti punti all’o.d.g.:

- Programmazione attività formative per i docenti della Rete;
- Presentazione lavori finali della riunione di rete nazionale;
- Adesione alla rete Europea Italia;
- Stato dell’arte della gestione contabile della Rete A.PU.MO;
- Varie ed eventuali.
La riunione si svolgerà presso l’Auditorium Boccardi, sede di Locorotondo.


SCARICA CONVOCAZIONE

FIERA

 

Rispettare gli alberi significa rispettare se stessi” questo sarà il motto che accompagnerà la FESTA DELL’ALBERO 2022 dell’IISS Basile Caramia- Gigante di Locorotondo Alberobello.

Quest’anno i nostri studenti celebreranno la festa dell’albero assieme agli studenti degli istituti comprensivi di Locorotondo e Alberobello, in collaborazione con i comuni di Locorotondo e Alberobello, il CRSFA Basile Caramia di Locorotondo e la Fondazione ITS Agroalimentare Puglia.

Sono previsti due eventi distinti, uno nella sede di Locorotondo e l’altro nella sede di Alberobello, durante i quali i giovani studenti onoreranno gli alberi: esseri viventi che tutti i giorni, mediante il processo della fotosintesi clorofilliana, permettono la vita a tutte le componenti biotiche degli ecosistemi, uomo compreso.

L’obiettivo è sensibilizzare le future generazioni alla cultura e al rispetto dell’ambiente e alla salvaguardia delle biodiversità, così come previsto dai traguardi dell’obiettivo 15 dell’agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile, approvata dalle Nazioni Unite il 25 settembre 2015.

FIERA

 

Domani l'IISS Basile Caramia Gigante presenterà il progetto IAA alla Fiera di Verona.

Veniteci a trovare se siete lì!

Clicca per scaricare il programma completo

VITA PER LA TERRA

 

Progetto “Vita per la Terra”, al via le attività di semina delle colture cerealicole🌱

🌾 Stamane siamo stati in campo assieme ai ragazzi dell’ IISS "Basile Caramia - F. Gigante" di Locorotondo e Alberobello e al personale docente per coordinare le attività di semina delle colture cerealicole e discutere il piano di concimazione.

👥 L’attività si inserisce nel più ampio progetto “Vita per la Terra” inaugurato nell’arco del 2021, che prevede la realizzazione di campi dimostrativi di ulivo, cereali e vite concimati attraverso l’impiego dei fertilizzanti organici Fertileva messi a confronto con fertilizzanti minerali.

🔎 Il progetto, di durata triennale, procede attraverso la sinergica collaborazione tra lo staff tecnico Fertileva, il personale docente e gli studenti delle classi del triennio dell’ I.I.S.S Basile Caramia – Gigante i quali, sono chiamati a effettuare periodici prelevamenti di campioni di suolo e delle colture al fine di realizzare rilevazioni, osservazioni analitiche e valutazioni agronomiche utili a comprendere quanto e in che modo la concimazione organica influisce sul benessere vegetale e pedologico.

🍃 Educare le nuove generazioni al valore della terra e all’importanza di adottare pratiche agronomiche sostenibili per poterla preservare, è un tema che oggi più che mai assumere grande rilevanza e strategicità. Il progetto Vita per la Terra va esattamente in questa direzione.

FAI

 

Lo scorso 21 ottobre gli studenti frequentanti il corso di specializzazione per Enotecnico hanno chiuso la prima parte (200 ore su 400 previste dal DM n.88 del 15 marzo 2010) del percorso di PCTO (ex alternanza scuola lavoro) presso cantine di eccellenza operanti nel territorio regionale e fuori regione, nella cantina didattica sperimentale dell’istituto e nella cantina del Centro di Ricerca e Sperimentazione in Agricoltura “Basile Caramia” di Locorotondo.

Numerose sono state le opportunità formative offerte: per un gruppo di sei studenti il periodo di stage è stato suddiviso in due step, di cui il primo della durata di un mese trascorso nelle colline del Chianti e del Chianti Classico di Poggibonsi (SI) grazie alla disponibilità degli enologi della Cantina Melini del Gruppo Italiano Vini e della San Fabiano Calcinaia che tutti gli anni offrono ai nostri studenti una opportunità di crescita culturale e tecnico-professionale di ottimo livello.

Nel secondo step, della durata di quindici giorni, gli studenti sono stati coinvolti nelle prove di ricerca e sperimentazione su uve di Primitivo, Nero di Troia e Bombino nero nella cantina didattica dell’Istituto, che il prof. Ignazio Zara e il personale tecnico di cantina stanno realizzando in collaborazione con il Prof. Vito Paradiso dell’UNISALENTO (Percorso di laurea in Viticoltura ed Enologia) e il Dott. Luigi Sanarica della Ditta ENOLIFE di Montemesola (TA).

Un altro gruppo di cinque studenti, affidato al Dott. Pasquale Venerito del Centro di Ricerca, Formazione e Sperimentazione in Agricoltura Basile Caramia di Locorotondo, ha effettuato prove di microvinificazione sperimentali di uve prodotte dai vitigni autoctoni coltivati nei campi di conservazione del germoplasma viticolo pugliese del centro di ricerca.

La restante parte degli studenti è stata affidata agli enologi di cantine operanti nel territorio regionale con i quali hanno collaborato in tutte le fasi di trasformazione delle uve in vino e nelle attività di imbottigliamento, etichettatura, commercializzazione e comunicazione del vino. Per nostri studenti il bilancio è stato assolutamente positivo: "in tali contesti operativi" , dichiarano gli studenti, "attraverso il fare, abbiamo potuto valorizzare il nostro spirito di iniziativa, imparato a risolvere problemi, formulare ipotesi, confrontarci con il personale aziendale, valutare i risultati delle nostre scelte e accrescere il nostro bagaglio tecnico e professionale e sviluppare nuove competenze trasversali e tecniche".

"Tali azioni formative" , dichiara il DS prof.ssa Angelinda Griseta, "consentono efficacemente alla nostra scuola enologica di transitare realmente i futuri Enotecnici verso il mondo del lavoro, soddisfare le richieste delle cantine sempre più esigenti di personale altamente qualificato e con competenze specifiche, fondamentali per affrontare con armi vincenti la sfida della globalizzazione dei mercati. Si ringraziano tutte le cantine che da anni fanno rete con la nostra scuola, condividendo le proprie idee e utilizzando la loro azienda anche come aula didattica, consentendo ai futuri Enotecnici un più facile inserimento sul mondo del lavoro".

FAI

 

Dalla collaborazione tra Enolife, Università del Salento e IISS Basile Caramia nasce un innovativo studio circa le potenzialità di Kley-Rosè, lievito non-Saccharomyces, su diverse varietà autoctone impattate dal cambiamento climatico.

Potrete consultare l’articolo completo pubblicato dalla prestigiosa rivista scientifica internazionale Foods cliccando QUI

visita 
 

Salutato un settembre bello ed intenso, arriva ottobre, per eccellenza il mese dell’autunno con i suoi meravigliosi colori e profumi di campagna.


E arrivano i primi visitatori, i magnifici piccoli della scuola primaria Don Puglisi, accolti dai proff. Franca Demonte, Vittoria Russo e Giuseppe Andreano, in qualità di tutor per il percorso del pane, del vino, dell’’orto e la visita al museo delle macchine agricole.

Ringraziamenti a tutti gli studenti e loro maestre e al referente della “Masseria didattica”, prof. Francesco Marinelli, che ha affascinato i piccoli studenti “in volo” con il drone.

 

I microgreens, in italiano micro-ortaggi, sono le piantine giovani e tenere di numerose specie di ortaggi, erbe aromatiche e piante spontanee, che si raccolgono dopo soli 7- 20 giorni.

Utilizzati da molti chef per arricchire di nuovi colori, forme e sapori i piatti di alta cucina, sono sempre più apprezzati dai consumatori per il loro incredibile gusto ed elevato contenuto di minerali, vitamine e antiossidanti.

Guarda il video e impara anche tu con i ragazzi dell’Istituto Agrario di Cerignola a coltivare il tuo orto.

FAI

 

Quest'anno la Giornata Mondiale dell'Alimentazione si celebra in un momento caratterizzato da molte sfide globali, tra cui la pandemia in corso, conflitti armati, cambiamenti climatici, rincaro dei prezzi , che hanno ripercussioni sulla sicurezza alimentare globale e sulla malnutrizione. La Giornata Mondiale dell'Alimentazione fa appello alla solidarietà globale e all'azione collettiva per far sì che non venga lasciato nessuno indietro, nel corso della trasformazione di sistemi agroalimentari più efficienti, inclusivi, sostenibili e resilienti per ottenere una produzione migliore, una nutrizione migliore, un ambiente migliore e una vita migliore.

LEGGI ARTICOLO SU ALTAMURALIFE.IT

FAI

 

👉Sabato 15 e domenica 16 ottobre 2022 ritorna l'appuntamento con le Giornate FAI d'Autunno a Locorotondo.

📍Visita prevista al Giardino storico di Masseria Ferragnano, la Neviera del Barone e la Cantina didattica dell'IISS Basile Caramia, con percorsi, laboratori e degustazioni.

🔎Per maggiori info e prenotazioni:CLICCA QUI 

Il Premio "Alfieri del Lavoro" è assegnato ogni anno dal Presidente della Repubblica ai migliori studenti italiani.
Massimo dei voti e medaglia di Alfiere del Lavoro, per il martinese Giuseppe Scialpi, diplomatosi con lode presso l’istituto tecnico agrario “Caramia-Gigante” di Locorotondo. Scialpi, che ha ottenuto la media del 9,9 nell’ultimo quadriennio, ha scelto di iscriversi al corso di laurea di “Marketing e comunicazione d’azienda” presso l’Università Aldo Moro di Bari.

vendemmia 
 

E siamo a 6 anni dall’istituzione del corso di superdiploma per diventare “Enotecnico”.

Attivato nell’a.s. 2017/18, il corso di specializzazione si realizza con la frequenza del VI anno del corso in Viticoltura ed Enologia presso l’IISS Pavoncelli di Cerignola. Il corso prevede una strutturazione tecnico-professionale con lezioni in aula precedute da attività obbligatorie di stage presso le cantine del territorio convenzionate con l’istituto, disponibili ad accogliere i nostri studenti.

Oggi visita del tutor scolastico, prof. Giuseppe Andreano, agli stagisti presso la “Cantina Mennuni” che ringraziamo per la disponibilità all’accoglienza

 
vendemmia 
 

Oggi si vendemmia! I nostri studenti a lavoro nelle vigne di istituto in un rito mistico che si ripete ogni anno, la vendemmia, uno dei mestieri antichi il cui fascino non tramonta mai.

Un’immersione nella natura tra ricchi colori e intensi profumi per regalare un prodotto che nella storia antica, non a caso, era definito il nettare degli dei.

Settembre è un mese di trasformazione quindi, caratterizzato non solo dall’arrivo dell’autunno ma anche dall’odore del mosto, dai vigneti che pian piano si spogliano d’uva e di foglie, dal rumore delle forbici e della terra calpestata.

Al Pavoncelli la vendemmia viene svolta ancora manualmente in modo da mantenere alta la qualità del prodotto e preservare un contatto uomo-natura che negli anni si sta sempre più perdendo.

Bravissimi i nostri studenti.

 
 
estate01 
 
L’invaiatura è il momento in cui nel pieno dell’estate si ha il passaggio di colore dei singoli acini a bacca bianca dal verde al giallo e a bacca rossa da verde passeranno al rosso e viola.
 
Da questo momento il grappolo si prepara alla maturazione e, indicativamente, mancheranno all’incirca 60 giorni alla vendemmia.
 
L’invaiatura è una storia che sa di magia, uno dei momenti più attesi del ciclo della vite che preannuncia la vendemmia, momento ricco di fascino tra cultura, odori e sapori che richiamano echi della tradizione popolare e delle liturgie contadine.
 
 
 

vinospeciale01

 

Si conclude anche per i circa 40 giovanissimi studenti dell'Istituto IISS "Basile Caramia - F. Gigante" di Locorotondo e Alberobello il percorso di formazione e di qualifica professionale per Sommelier AIS giunto al terzo livello nella stagione didattica 2021/2022 della Delegazione Murgia.

Un doppio ringraziamento va a questi ragazzi che con impegno e dedizione si sono preparati per gli esami AIS parallelamente ai loro esami di maturità, puntando sulla formazione per il loro futuro professionale.

Avanti così, ragazzi..... vi aspettiamo adesso per il rito della consegna dei vostri attestati!

Calorosi ringraziamenti:
- agli Esaminatori:
* Dott. Giuseppe Baldassarre -Commissario interno
* Fabio Pietrangeli - Commissario esterno
* Vincenzo Carrasso - Delegato AIS Murgia - per l'esame delle prove servizio

- alla presenza e all'instancabile supporto del Dott. Gianni De Gerolamo - Vice Delegato AIS Murgia

- alle Assistenti di Corso:
* Rosa Giotta
* Antonella Bruno

vinospeciale01

 

"Da contadini poveri a cittadini europei" non è stato solo un Convegno ma un ritrovarsi nella condivisione di una visione della Scuola e della Formazione come co-costruzione di identità consapevole.

Una serata magica contraddistinta da un'atmosfera di meravigliosa appartenenza.

Grazie a docenti e istitutori, studenti e famiglie, personale ata... tutti uniti per dare il meglio di sé.. Grazie all'instancabile personale del Convitto e a docenti, alunni e assistenti tecnici dell'indirizzo alberghiero...meravigliosi...come la nostra Band HD guidata dal bravissimo maestro Rubino!

Insieme, uniti, più forti❣️

estate01 
 
In riva al mare si preferisce il bianco e frizzante, ma anche il rosso riserva le sue soddisfazioni.
 
Il Vulturnus dell’Istituto Agrario Pavoncelli è un rosso di uva di Troia tra i più apprezzati e premiato al concorso nazionale “Bacco e Minerva 2022” con il secondo posto nella categoria rossi.
 
È un vino di ottima struttura, buon corpo ma, allo stesso tempo, morbido, vellutato, di piacevolissima beva. Proprio per questa sua morbidezza, e per il tannino carezzevole, può essere sorseggiato anche leggermente fresco. Soprattutto nelle sue annate più giovani.
 
Un calice da abbinare a primi piatti della tradizione italiana, carni rosse, polpette al sugo e altre ricette con il pomodoro: uno degli ingredienti che regnano sulle tavole dell’estate.
 
Il Vulturnus presenta in definitiva tutte le caratteristiche per essere degustato anche in piena estate come in questi giorni in cui le temperature fanno alzare di molto la colonnina del termometro.
 
Da gustare con formaggi semistagionati e stagionati e ottimo l’accoppiamento con caciocavallo podolico, magari “impiccato” come quello che nelle sagre estive viene sciolto alla brace e servito su pane abbrustolito.
 
estate02
 
corsoenotecnici
Arriva al quinto anno il corso post-diploma di specializzazione Enotecnico. Venerdì 8 luglio seduta d’esame alla presenza del rappresentante di Assoenologi di Milano dott. Angelo Mauriello.
 
Per il superdiploma, riservato ai diplomati in Agraria, articolazione Viticoltura ed Enologia, i candidati, hanno discusso le tesi di lavoro, frutto di un anno di studio e di esperienze pratiche e laboratoriali condotte in presenza nelle aziende vitivinicole del territorio.
 
Il corso di specializzazione Enotecnico arricchisce la ultrasecolare esperienza dell’istituto, nato dal lascito del 1868 di Anna Maria Raffaella Manfredi, vedova Pignatari come Scuola pratica di agricoltura, trasformatasi nel 1933 in Regia Scuola Tecnica ad indirizzo agrario, per diventare nel 1941 I.T.A.S. “Istituto Tecnico Agrario Statale”, intitolato all’onorevole Giuseppe Pavoncelli.
 
Doverosi i ringraziamenti al dott. Angelo Mauriello per i complimenti e congratulazioni, a nome dell’Assoenologi, rivolte ai superdiplomati del Pavoncelli.
 
Ringraziamenti anche alle cantine convenzionate con l’istituto che hanno ospitato i giovani enotecnici per le attività di stage: Casaltrinita’ di Trinitapoli, La Commerciale sas e Dimmito Giuseppe di Cerignola.
 
 

vinospeciale01

 

Nel bellissimo scenario di Masseria Barsentum a Putignano, si è tenuta la VI edizione di Vitigni & Vini Tesoro d’Italia ideata da AIS Murgia.

Sono state presentate più di cento etichette prodotte da vignaioli capaci di custodire preziosi tesori della nostra bella Italia enoica.

Le nostre ragazze, future Enotecniche, hanno descritto con professionalità e passione, in italiano e in inglese, una selezione dei Vini della scuola annata 2021.

6 giugno 2022 cerimonia di consegna degli “Orti Urbani” nell’Auditorium Marianna Manfredi dell’IISS Pavoncelli di Cerignola.
A introdurre i lavori Pio Mirra, dirigente scolastico del Pavoncelli, che ha ricordato le finalità sociali dell’opera, frutto di un Protocollo d’Intesa del 2012 tra Provincia di Foggia, Comune di Cerignola e l’IISS Pavoncelli, fortemente voluta a Cerignola dall’allora assessore provinciale ai LL.PP. avv. Domenico Farina. Orti urbani secondo il paradigma del “ritorno alla terra”, soffermandosi sul concetto di multifunzionalità in agricoltura, che esprime il passaggio da una visione essenzialmente produttiva a una visione più ampia, secondo nuove e più attuali chiavi di lettura: “ambientale”, legata alla conservazione del paesaggio, alla salvaguardia idrogeologica, alla conservazione della biodiversità e più in generale alla valorizzazione delle risorse locali; “sociale” attraverso mantenimento delle tradizioni e per l’erogazione di servizi ricreativi, didattici e terapeutici.
Presenti alla cerimonia il dott. Nicola Gatta, Presidente della Provincia di Foggia, e il dott. Francesco Bonito, Sindaco del Comune di Cerignola.
Nicola Gatta ha sottolineato il valore dell’iniziativa, che permette di raccogliere i frutti della sinergia tra Provincia, Comune e scuola, iniziativa che dopo il periodo pandemico potrà rappresentare il luogo per coltivare relazioni autentiche. Il “ritorno alla terra” risulta oggi di grande attualità in riferimento alla “green economy”, ricordando che l’agricoltura di capitanata e soprattutto di Cerignola, rappresenta il settore trainante in temine di PIL e ciò è tanto più importatane in una realtà per vocazione agricola, che non deve essere abdicata in favore di settori meno tradizionali e non legati al territorio.
Francesco Bonito, rimarcando la collaborazione leale tra Provincia e Comune, ha augurato ai nuovi assegnatari dei lotti ortivi un sincero “buon lavoro” per l’attività di grande rilievo sociale. Non è mancato un accenno alle vicende appena passate dello storico istituto, ricordando lo “stupro” operato con la sottrazione di parte dei fondi dell’azienda agraria annessa, non a danno del Pavoncelli, ma dell’intera comunità, perché il Pavoncelli rappresenta la storia, la cultura, la tradizione del territorio.
Poi consegna degli attestati di “concessione”: per le scuole per il terzo settore gli attestati sono stati consegnati dal Presidente Gatta, per la categoria pensionati dal Sindaco Bonito. Concessi in godimento 18 lotti ortivi della superficie di 350 mq ciascuno con scadenza 30 aprile 2024.
Lungo applauso di ringraziamento da parte dei nuovi assegnatari e reciproco impegno sulle attività da intraprendere da subito.

  • Consegnaorti (20)
  • Consegnaorti (1)
  • Consegnaorti (10)
  • Consegnaorti (11)
  • Consegnaorti (12)
  • Consegnaorti (13)
  • Consegnaorti (14)
  • Consegnaorti (15)
  • Consegnaorti (16)
  • Consegnaorti (17)
  • Consegnaorti (18)
  • Consegnaorti (19)
  • Consegnaorti (2)
  • Consegnaorti (21)
  • Consegnaorti (22)
  • Consegnaorti (23)
  • Consegnaorti (24)
  • Consegnaorti (25)
  • Consegnaorti (26)
  • Consegnaorti (27)
  • Consegnaorti (28)
  • Consegnaorti (3)
  • Consegnaorti (4)
  • Consegnaorti (5)
  • Consegnaorti (6)
  • Consegnaorti (7)
  • Consegnaorti (8)
  • Consegnaorti (9)

     
     

    vinospeciale01

     

    Nella cantina didattica della sede di Locorotondo è stato imbottigliato il nostro vino Rosato Speciale, frutto del lavoro, in vigneto e in cantina, dei nostri instancabili Enotecnici.

    Quando il vino diventa Inclusione e condivisione di momenti indimenticabili.

    pavobacco01

     

    La nostra filosofia è da sempre quella di adottare una agricoltura sana con adeguate tecniche agronomiche.

    Produrre prodotti autentici che rispecchino il nostro territorio rigorosamente DOC (Di Origine Cerignolana).

    pavobacco01

     
    🚩Grandi Sforzi & Grandi Risultati
     
    💯Olio Gigante prodotto dall’azienda didattica I.I.S.S. Caramia Gigante della scuola Gigante di Alberobello, per il secondo anno consecutivo è tra i primi miglior extravergine di Qualità del concorso OLI di Famiglia 2022.
     
    📢Nella categoria dei Best 2022, si aggiudica uno dei primi posti.
     
    📌📍OLIO GIGANTE è un olio filtrato, ottenuto da varietà Pecholine con l’aggiunta di altre varietà, al giusto grado di maturazione e lavorate a pochissime ore dalla raccolta, con il mini frantoio Mori, regolando i tempi di gramolazione, in funzione allo stato della drupa.
    L’olio ottenuto ha un fruttato erbaceo, con amaro e piccante medio intensi, con retrogusti di mandorla, erba , foglia, leggero pomodoro e spezie. Persistente ed armonico
     
    👪OLIO di Famiglia è un concorso che ha come obiettivo il modello di agricoltura familiare, un sistema di produzione agricolo centrato sul lavoro e sulle capacità dei nuclei familiari che vivono e lavorano la terra. Questo modello, meglio di altri, assicura un uso sostenibile delle risorse e delle energie e promuove un’agricoltura e un’alimentazione legate alle specificità e alle varietà dei territori.
     
    👏👍🤔L’obiettivo oltre a classificare il miglior olio extravergine attraverso una valutazione organolettica è quello di migliorare e sostenere l’olivicoltura al fine di rendere più proficuo il proprio lavoro.
    Gli oli che partecipano al concorso sono valutati da una commissione di esperti assaggiatori, tutti iscritti all’Albo Nazionale, e di analisi chimiche dalla Chemiservice (Laboratorio d’Analisi Chimiche- Monopoli).
    Nel gruppo di lavoro sono presenti assaggiatori del progetto Olio Responsabile. Olio Responsabile Talenti del Gusto è formato da giovani pugliesi affetti da disabilità visiva.

     

    carabacco02

    pavobacco01

     
    Un’altra grande soddisfazione per il nostro Istituto!
    Alla Gara Nazionale degli Istituti Agrari il nostro studente Gianvito Borghese ottiene il 7^ posto su 47 scuole in gara e potrà perciò essere ospite della Scuola Universitaria Superiore Sant’Anna di Pisa che ha offerto un riconoscimento speciale ai primi 10 classificati.

    pavobacco01

     
    "Capire la guerra dalle voci delle vittime civili di ieri e di oggi": il titolo del concorso indetto dall'Associazione Nazionale Vittime civili di guerra. I nostri studenti hanno letto poesie di Levi, Quasimodo, Ungaretti, Mirzazadeh, consultato l'archivio Testimoni dell'ANVCG e la raccolta di testimonianze di sfollati e rifugiati a causa dei conflitti e, con la loro unica sensibilità, hanno dato voce, attraverso una pagina di diario, al dolore ed allo strazio delle vittime, ricordando e celebrando il valore della pace.

    Il prof. Gianfrate, delegato dell'Associazione nazionale, ha premiato i 5 studenti, autori dell'elaborato, che la giuria ha ritenuto degno di menzione.
    Complimenti a loro e alla prof. ssa Darconzo che li ha sapientemente guidati in questo percorso di crescita.

     

    carabacco02

    pavobacco01

     
    The Winner Is... Valle d'Itria Rosso IGP 2020 prodotto dell'Istituto Agrario di Locorotondo, in Puglia, che nella primavera del prossimo anno avrà quindi il compito di organizzare e ospitare il ventennale del concorso nazionale "Bacco e Minerva", la cui edizione 2022 si è appena conclusa nella splendida cornice del "Cecchi" di Pesaro. Questo l'esito del più importante momento di confronto tra i vini prodotti dagli Istituti tecnici e professionali per l'agricoltura di tutta Italia, svoltosi per tre giorni, dal 18 al 20 maggio, a colpi di assaggi di un'ottantina di etichette provenienti da Campania, Abruzzo, Puglia, Sardegna, Sicilia, Piemonte, Veneto, Basilicata, Lazio, Marche Calabria, Toscana e Friuli Venezia Giulia. Una sfida certo, ma soprattutto un'esperienza con la quale il Ministero dell'Istruzione punta a favorire lo scambio di esperienze e buone pratiche tra le scuole impegnate in ambito enologico.

     

    LEGGI ARTICOLO SU "VIGNE VINI & QUALITA'"

     

    carabacco02

    pavobacco01

    Secondo classificato al concorso enologico nazionale "Bacco e Minerva", presso l’istituto Cecchi di Pesaro, il rosso dell’Istituto Agrario Pavoncelli.
    Un rosso, battezzato “Vulturnus” in onore di Volturno, dio di origine etrusca, dio della vegetazione e del vento di scirocco, vento caldo proveniente da sud-est.
    La leggenda narra che Diomede, il vincitore della guerra di Troia, portò con sé dall’Asia Minore in Puglia dei tralci di vite che qui impiantò, dando vita alla storia del nostro vino di maggior pregio, il Nero di Troia.
    E da questo vitigno, coltivato dagli studenti dell’Istituto Agrario Pavoncelli, e dalle sue uve si ottiene nella cantina di istituto un vino corposo, imbottigliato nella classica confezione da 75 cl.
    Grazie alla preside, prof.ssa Donatella Giuliani del Cecchi di Pesaro, per l’organizzazione impeccabile della XIXesima edizione di “ Bacco e Minerva”, manifestazione promossa dal Ministero dell’Istruzione con gli istituti agrari di Italia a confronto.
    Grazie agli studenti dell’Istituto Agrario Pavoncelli per l’impegno, lo studio e la passione in un calice capace di raccontare l’unicità del territorio.

    pavobacco02

     

    senape

    VOTA SCUOLA AGRARIA "G. PAVONCELLI" CERIGNOLA - FAI I LUOGHI DEL CUORE

    click

    LA SCOMMESSA DELLA MASSERIA DIDATTICA DELL’IISS PAVONCELLI
    Tornare alla terra, curarla, custodirla, amarla e renderla redditizia. L’antico mestiere dell’agricoltore sta appassionando sempre più le giovani generazioni che possono rappresentare non solo il futuro, ma soprattutto il presente. Un interesse dei giovani “intercettato” dall’IISS Pavoncelli, unico istituto scolastico pugliese iscritto alla Rete Regionale delle Masserie didattiche di Puglia al n. 203.
    Le visite in Masseria sono ricche di fascino tra gusto, cultura, odori e sapori che richiamano gli echi della tradizione popolare e delle liturgie contadine, promuovendo un ritorno alla terra dei più giovani.
     

    Spettacolo, la senape 🌟

    senape

    erasmuspavo01
     
    L’Auditorium Marianna Manfredi dello storico Istituto Agrario Pavoncelli di Cerignola ha ospitato il 10 maggio l’interessantissimo convegno su “Nuove applicazioni per una enologia moderna & sostenibile”. Dopo i saluti di Pio Mirra, Dirigente del Pavoncelli, e Massimo Tripaldi, Presidente Assoenologi Puglia, Basilicata, Calabria, ha introdotto i lavori Filippo Firenze, Responsabile Divisione Enologia CORIMPEX srl.
    “Utilizzo dell’enzima rapidase proteostab per ottenere la stabilità proteica dei vini” - “Sviluppo e risultati di un nuovo derivato per il controllo del RedOx dei vini” le relazioni a cura di enologi internazionali: Michele Bogianchini (Italy), Remi Schneider (France) e Thomas Roman (Spain).
    Si è parlato di biochimica, di microvinificazione, di metabolismo dei lievito, ma il vino è anche storia, cultura, piacere e passione, cibo e gastronomia e a conclusione delle attività il Pavoncelli ha deliziato gli ospiti con il suo servizio banqueting, offerto gentilmente dalla CORIMPEX srl e preparato e servito dai magnifici ragazzi dell’Alberghiero “G. Pavoncelli”.
    Enologia e Enogastronomia è il binomio vincente
    erasmuspavo01
     
    Dopo due anni di chiusura forzata oggi 10 maggio riprendono le attività alla “Masseria didattica” con i piccoli ospiti del C.D. Don Pino Pugliesi di Cerignola.
    Dopo il nubifragio di domenica, oggi il sole e il vociare allegro e gioioso dei bambini.
    Il Pavoncelli è l’unico istituto scolastico pugliese iscritto alla Rete Regionale delle Masserie didattiche di Puglia al n.ri 203.
    I giovanissimi allievi hanno partecipato alle attività di laboratorio e al percorso museale per conoscere la storia dell’Istituto Pavoncelli che è la storia della nostra terra.
    I giovanissimi, attenti e entusiasti, e soprattutto educatissimi, hanno manifestato il loro interesse ringraziando con un fragoroso applauso, rivolto agli studenti dell’Agrario e loro docenti, impegnati per le attività di tutoring in Masseria.
    È stata una giornata ricca di fascino tra gusto, cultura, odori e sapori che richiamano echi della tradizione popolare e delle liturgie contadine, promuovendo un ritorno alla terra dei più giovani.
    “Ritorno alla terra” deve essere il paradigma del nostro territorio di grande vocazione agricola e la Masseria didattica del Pavoncelli vuole essere un esempio virtuoso dove la didattica ordinaria interseca la formula vincente della formazione sul campo, intercettando temi importanti come l’innovazione, la sostenibilità, la valorizzazione del territorio e la promozione storico-culturale. La Masseria didattica del Pavoncelli, della Rete delle Masserie didattiche pugliesi, non è solo baluardo della storia locale e delle pratiche agricole tradizionali, ma anche luogo formativo e di attuazione della multifunzionalità in agricoltura. E una scuola, con questa visione, è luogo privilegiato di diffusione di conoscenze, competenze e rappresentazione delle innumerevoli opportunità che l’agricoltura oggi offre alle future generazioni.
    erasmuspavo01
     
    L’Assoenologi - Sezione Puglia, Basilicata, Calabria in collaborazione con l’Istituto Agrario Pavoncelli presenta il 10 maggio, inizio ore 15.00, presso l’Auditorium di istituto, il seminario su NUOVE APPLICAZIONI PER UNA ENOLOGIA MODERNA E SOSTENIBILE
    Presentazione su: “Utilizzo dell’enzima Rapidase protestab per ottenere la stabilità dei vini” e “Sviluppo e risultati di un nuovo derivato di lievito per il controllo del RedOx dei vini”. L’incontro è aperto a tecnici, esperti e imprenditori del settore.
     

     

    IMMAGINI DELLA GIORNATA 

    • Culturavino (1)
    • Culturavino (10)
    • Culturavino (11)
    • Culturavino (12)
    • Culturavino (2)
    • Culturavino (3)
    • Culturavino (4)
    • Culturavino (5)
    • Culturavino (6)
    • Culturavino (7)
    • Culturavino (8)
    • Culturavino (9)

       

       

      erasmuspavo01
       
      Grazie alla collaborazione e convenzione con l’azienda XFarm s.r.l, gli studenti dell’Istituto Agrario Pavoncelli hanno partecipato alle giornate di formazione con installazione di hardware e software, forniti nell’ambito del progetto XFarm Education.
      La partecipazione tra scuola e azienda partner nasce dalla consapevolezza che il futuro della digitalizzazione in agricoltura dipenda dal livello di formazione specifica che agricoltori e tecnici avranno, poiché, per quanto avanzati ed ottimizzati, gli strumenti avranno sempre la necessità di mani e menti preparate.
      Lo scopo è quindi quello di diffondere le conoscenze riguardanti l’innovazione nel settore agricolo, attraverso strumenti e piattaforme informatiche (nello specifico FMIS -Farm Management Information System – xFarm), al fine di promuovere la cultura del digitale in agricoltura e mettere in contatto gli studenti con aziende e poll di competenze esterne.
      Grazie al progetto XFarm Education, gli studenti del Pavoncelli, futuri Tecnici Agricoli, hanno svolto, nell’ambito dei Percorsi per le Competente Trasversali e per l’Orientamento, ex Alternanza Scuola Lavoro, coordinati dal referente di istituto prof. Pasquale Prencipe, un percorso formativo basato su 3 punti principali:
      • Training: Lezioni su argomenti nell’ambito delle nuove tecnologie nel settore agricolo (Ag 4.0) e presentazione della piattaforma virtuale xFarm con annessa DEMO per comprendere l’utilizzo del Sistema mettendo in pratica la teoria mostrata;
      • Dotazioni Software e Hardware: Fornitura di un pacchetto completo di sensoristica IoT e servizi associati per monitorare da remoto l’azienda didattica dell’istituto accoppiandola al Sistema gestionale proposto;
      • Comunicazione: Potenziare la visibilità dei partner e xFarm con iniziative che coinvolgono entrambi le parti tramite la creazione di contenuti media/social sulla collaborazione e loro promozione secondo diverse modalità.
      Durante la formazione i ragazzi, guidati dai loro docenti, hanno proceduto all’installazione di sensoristica IoT xFarm presso l’azienda agraria annessa all’istituto, specificatamente nel Vigneto a spalliere della varietà Nero di Troia, che ha previsto:
      • stazione meteo professionale (xsense PRO) per la raccolta dei dati ambientali,
      • webcam (xCam) per visionare giornalmente da remoto la situazione nei campi associata alla stazione (senza xNode),
      • sensore di umidità fogliare (xLeaf) per il controllo e la previsione delle condizioni predisponenti la maggior parte delle avversità fungine accoppiato alla stazione (senza xNode),
      • sensore di umidità del suolo (xSoil) per l’area principale dell’azienda agricola (con xNode),
      • copertura dati per inviare le misurazioni alla piattaforma xFarm e quindi per utilizzare il sistema.
      xfarm
       
      Grazie all’apparecchiatura installata ed alla licenza di utilizzo della piattaforma informatica, studenti e docenti potranno accedere alle seguenti funzionalità:
      AGROMETEO: per l’accesso a previsioni metereologiche con parametri specifici per l’agricoltura;
      ALLERTE: per impostare regole di avviso personalizzate, per esempio implementando le condizioni predisponenti una determinata malattia;
      CONSIGLIO IRRIGUO:
      per ottenere consigli sulla quantità e la tempestività delle irrigazioni del vigneto associato al sensore di umidità;
      DIFESA PREVISIONALE:
      per visualizzare le previsioni di rischio di sviluppo delle principali malattie
      fungine del vigneto associato al sensore di bagnatura fogliare.
      Insieme alle altre funzionalità presenti nel software (gestione quaderno di campagna, inventario di magazzino, gestione del parco macchine, strutturazione del catasto, registro attività, carichi…) visionabili da sito dell’azienda partner XFarm….. gli studenti potranno toccare con mano e formarsi sulle tecnologie innovative e di sicuro sviluppo futuro dell’Agricoltura 4.0.
      Un sentito ringraziamento all’azienda XFarm che investe insieme al nostro Istituto ed al mondo scolastico sui giovani del domani!

      Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.

      Ok