IISS Pavoncelli Cerignola (FG)

  • IL PAVOTTINO

    IL PAVOTTINO sapori tipici cerignolani

  • Natale 2021

    E' arrivato il Natale

  • PROGETTO SUPERABILE VIDEO

    Progetto superAbile all'IISS Pavoncelli

  • UNA SCELTA CONSAPEVOLE IN ARMONIA CON L'AMBIENTE

    Dedicato a tutti gli studenti della scuola secondaria di 1° grado per una scelta consapevole in armonia con l'ambiente, la natura e l'agricoltura

  • PER CONSERVARE LA NOSTRA STORIA

     
    meteopavoncelli
     
    Il viale di accesso dell’allora Scuola Agraria era già alberato con maestosi alberi. Alcuni di quelle magnifiche piante ultracentenarie andavano sostituite per non perdere la memoria.
    Oggi abbiamo proceduto a dimorare cinque nuovi alberi del genere cedrus, specie, atlantica, originaria dei monti dell’Atlante nel Nord Africa Marocco, Algeria.
    È un’essenza dal portamento maestoso che raggiunge e supera i 40 metri d’altezza, utilizzata come pianta ornamentale nei parchi e nei giardini.
    I cedri del Pavoncelli sono
    varietà ‘Glauca’ con fogliame azzurro e portamento colonnare. Gli stessi alberi sembrano assumere portamento di imponenti colonne che conducono allo storico portale dell’istituto su cui si legge: “AD REI RUSTICAE STUDIA FOVENDA” … per non dimenticare la storia della scuola che si identifica con la storia del territorio e ne rappresenta il suo patrimonio culturale.
     
  • NUOVA STAZIONE METEO

     
    meteopavoncelli
    Nell’ambito del progetto Horta4School, abbiamo proceduto al posizionamento della stazione meteo fornita dalla Hort@ S.r.l. - spin off dell’Università Cattolica del Sacro Cuore.
    Il progetto Horta4School, curato dal prof. Angelo Ferricchio, è un percorso didattico-sperimentale finalizzato all’introduzione della digitalizzazione e dell’innovazione tecnologica nei corsi di studio degli Istituti Agrari.
    Particolare attenzione è posta sulla gestione sostenibile delle colture attraverso l’utilizzo di strumenti di smart agriculture quali i Sistemi di Supporto alle Decisioni e i modelli previsionali basati sui dati meteo raccolti in campo.
    … e qualcuno pensa che l’agricoltura sia ancora legata alla zappa!!!
     
  • È ORA DI PIANTARLA

    Continuano le operazioni di piantumazione di nuovi alberi nelle aree esterne di istituto. Oggi abbiamo messo a dimora n.12 alberi di Robinia ombrellifera in quella che sarà la futura area fitness.
    Preliminare è stato lo studio per la scelta delle essenze vegetali da piantumare.
    La Robinia vive in zone calde e quindi è adatta nel nostro ambiente. Inoltre è una pianta frugalissima, indifferente al substrato, purché ben drenato.
    Ha forma arrotondata, chioma eretta, aperta, con ramificazioni non troppo fitte.
    Ideale per viali e rimboschimento (H 20m; L 15m) è impiegata per l’estrema rusticità è la resistenza all’atmosfera urbana.
    Le nuove piante contribuiranno a dare una “boccata” di ossigeno in più per il nostro pianeta.

    • Pianta01
    • Pianta02
    • Pianta03
    • Pianta04
    • Pianta05
    • Pianta06
    • Pianta07
    • Pianta08
    • Pianta09
    • Pianta10
    • Pianta11

       
       
    • Corse Serale AGRARIA AGROALIMENTARE e AGROINDISTRIA

      Le industrie dell’agroalimentare sono alla ricerca di manodopera qualificata ed esperta nei processi della salamoia delle olive da tavola.
      Allora gli studenti del corso serale contestualizzano i concetti teorici con le esercitazioni pratiche laboratoriali. Sotto la guida del prof. Armando Moscarella gli studenti lavorano la “Bella di Cerignola”, pregiatissima oliva da mensa, con selezione, preparazione e conservazione in salamoia

    • Difendiamo il suolo e il nostro futuro

      pannelli fotovoltaici cerignola 2Gli studenti del Pavoncelli scrivono a Emiliano, Gatta e Bonito: "Difendiamo il suolo e il nostro futuro"

      Lettera a Emiliano, Gatta e Bonito degli studenti del Pavoncelli di Cerignola: "Fermiamo l’occupazione innaturale di terreni agricoli da parte di pannelli fotovoltaici, essendo stimato che il 75% degli impianti fotovoltaici in Puglia è a terra".

      leggi articolo su Foggia Today

       
       
    • ORTI INVERNALI ALL’IISS PAVONCELLI

      Negli orti didattici gli studenti dell’Istituto Agrario Pavoncelli si preparano all’inverno e piantumano le prime colture invernali, rappresentate da varietà di crucifere. Si tratta di verdure della famiglia delle Brassicaceae allevate per la produzione alimentare come cavolfiori, cavoli, cavoli, crescione, cavolo cinese, broccoli, cavoletti di Bruxelles.
      Gli studenti ora avranno il compito di coltivarle, raccoglierle e “consegnarle” ai colleghi dell’Alberghiero, che le trasformeranno in gustose pietanze, contorni e creme, realizzando il vero km zero.
      Ringraziamo l’Azienda Agricola
      PIAZZOLLA FILOMENA di Cerignola, che ha offerto le piantine di eccezionale pregio e il
      Dott.Agr. Giuseppe Mazzocca per la collaborazione offerta.

      • Orti01
      • Orti02
      • Orti03
      • Orti04
      • Orti05
      • Orti06
      • Orti07
      • Orti08
      • Orti09
      • Orti10
      • Orti11

         
         
      • A SCUOLA DIGITALE

        berras01
        Le classi prime e seconde dell’Istituto Agrario Pavoncelli, guidate dalla prof.ssa Giovanna Misuriello, partecipano a Bebras dell’informatica, occasione per avvicinare i ragazzi al mondo dell'informatica in maniera divertente, attraverso un concorso non competitivo, che presenta piccoli giochi ispirati a reali problemi di natura informatica.
         
        I giochi Bebras si svolgono contemporaneamente in tutto il mondo, si affrontano senza prerequisiti particolari e/o specifici, inoltre possono essere approfonditi successivamente in classe, individualmente oppure in gruppo.
         

        berras02

         
      • Produzione del Vulturnus

         
        vulturnus
        L'istituto tecnico agrario "Giuseppe Pavoncelli" di Cerignola ha iniziato la produzione del Vulturnus, un vino ottenuto dal vitigno Uva di Troia e coltivato dai ragazzi.
         
      • OLIO EVO ALL’ISTITUTO AGRARIO PAVONCELLI

         
        L’olio extravergine di oliva è un miracolo della Natura. Sono ormai anni che nel periodo autunnale effettuiamo la raccolta delle olive nell’azienda agraria annessa all’istituto.
        Anche quest’anno la qualità delle olive promette un eccellente olio extravergine d’oliva, che viene confezionato anche in piccole dosi da 250 ml.
        Il nostro olio EVO, aromatico e dal gusto pieno, armonico, complesso e persistente può utilizzarsi a crudo per mantenere intatte le sue maestose qualità organolettiche, così che anche il finger food può trasformarsi in una vera esperienza di gusto.
        Pensiamo alla tradizionale bruschetta al pomodoro, che un filo d’olio esalta la pienezza e la tendenza dolce del pomodoro, amalgamandola in un sontuoso abbraccio con gli amidi del pane.
        La semplicità in tavola che diventa espressione della più felice cucina italiana e mediterranea.
        E pensare che “quelli dell’ultimo banco” ci hanno abbattuto 1650 piante per far posto a 3.000 mq di cemento e a 10.000 mq di nero asfalto.

        • Oliopavo01
        • Oliopavo02
        • Oliopavo03
        • Oliopavo04
        • Oliopavo05
        • Oliopavo06
        • Oliopavo07
        • Oliopavo08
        • Oliopavo09

        • OLIVE IN SALAMOIA

          Le olive in salamoia sono una conserva ideale da utilizzare tutto l'anno. Una volta pronte, le olive sono ottime come finger food per un aperitivo, oppure da servire come antipasto accanto a salumi e formaggi. La conservazione in salamoia serve a rendere commestibili le olive appena raccolte, che in genere sono molto amare.

          INGREDIENTI: olive verdi o nere, acqua e sale, a cui è possibile aggiungere foglie di alloro, rosmarino o salvia per donare un tocco aromatico alla conserva.

          PROCEDIMENTO: si selezionano le olive, eliminando quelle con qualche imperfezione, poi si lavano e si ricoprono di acqua, adagiandovi sopra un peso per mantenere in immersione tutte le olive. L’acqua va cambiata quotidianemente per 20 giorni. Trascorso tale periodo si prepara la salamoia: laviamo le olive e le asciughiamo su un panno di cotone pulito. In una pentola mettiamo l'acqua con il sale (sale grosso al 5%) e, raggiunta l'ebollizione, spostiamo la pentola dal fuoco e facciamo raffreddare. Sistemiamo le olive in barattoli sterilizzati e aggiungiamo le salamoia fredda con un mestolo fino a ricoprirle, in ultimo uniamo le foglie di alloro che formeranno anche un tappo, che eviterà alle olive di salire a galla. Chiudiamo i barattoli con chiusura ermetica e mettiamoli in un luogo fresco e asciutto e al riparo dalla luce: dopo una settimana saranno già pronte ma il consiglio è di aspettare almeno un mese prima di gustarle.

          • Olive01
          • Olive02
          • Olive04
          • Olive05

          • Progetto SuperAbile

            Superabile 2

            Laboratori di cucina per potenziare la creatività e l'autodeterminazione Il progetto programma interventi per promuovere e sostenere la qualificazione dell’offerta culturale, formativa ed educativa nelle scuole pugliesi.

            È stato autorizzato e finanziato per un importo di 15mila euro.

            LEGGI ARTICOLO SU FOGGIA TODAY

          • Lezioni di Volo

            Continua il “Piano estate 2021” con gli studenti dell’Istituto Agrario Pavoncelli. Oggi prime lezioni di volo. Il prof. Francesco Marinelli ha tenuto il briefing prevolo in aula e poi tutti pronti per la prima missione. I nostri studenti sono rimasti affascinati delle applicazioni del drone in aerofotogrammetria. Ad maiora!

            • Drone01
            • Drone02
            • Drone03
            • Drone04
            • Drone05
            • Drone06
            • Drone07
            • Drone08

            • PREPARIAMO GIOVANI ENOTECNICI

              Imparare a fare il vino non è mai stato così facile e divertente... e lo possono scoprire gli studenti dell’Istituto Agrario Pavoncelli, frequentanti il nostro corso di viticoltura ed enologia!

            • CUSTODI DEL TERRITORIO

              … si parte dal portone di ingresso dello storico Istituto Agrario di Cerignola intitolato a Giuseppe Pavoncelli in cui campeggia la scritta “AD REI RUSTICAE STUDIA FOVENDA” e ci inoltriamo in una passeggiata fatta di luoghi, narrazioni che sanno di antico.
              Passeggiando tra le vigne e gli oliveti dell’azienda agraria ci si sente lontani dalla quotidianità e verrebbe da dire semplicemente più vicini alla bellezza.
              Custodi della bellezza sin dal 1868 a seguito del lascito testamentario di Marianna Manfredi Pignatari che volle una scuola per educare alle tecniche agricole i giovanetti di Cerignola. E da subito la Regia scuola pratica di agricoltura, poi Istituto Tecnico Agrario, sono stati interpreti della tradizione vitivinicola e olivicola del territorio, mantenendo però sempre uno sguardo attento verso il futuro e dando grande importanza alla ricerca e all’innovazione.
              La nostra passeggiata allora diventa un breve viaggio
              intorno alla poesia della nostra terra: vino e olio … per continuare ad essere custodi del territorio.

              • Custodi01
              • Custodi02
              • Custodi03
              • Custodi04
              • Custodi05
              • Custodi06
              • Custodi07

                 
              • Piano Estate 2021 - Pavoncelli

                Ci prepariamo al rientro in classe con le attività del Piano Scuola Estate 2021.

                Riprendiamo a settembre con il modulo formativo “Il rilievo del territorio con l’uso del drone”, dedicato agli allievi dell’Istituto Agrario Pavoncelli, breve ciclo di lezioni d’aula e pratico-laboratoriali con il volo del drone di istituto, EVO2 PRO V2 RTK per le sue applicazioni in agricoltura di precisione e in fotogrammetria accurata.

                Oggi proviamo il nostro drone … vola solo chi osa farlo.

              • Pio Mirra, DS Pavoncelli Cerignola: come noi sempre più scuole pubblicano i propri libri

                vino01

                 

                Ormai sono sempre di più che scuole che hanno deciso di produrre e pubblicare in autonomia i libri per i propri studenti.

                Nella storia di questo progetto, il precursore dei tempi è il Prof. Pio Mirra, notissimo Dirigente Scolastico dell’Istituto Pavoncelli di Cerignola in provincia di Foggia.

                Si chiamo Progetto Gutenberg e permette alle scuole di creare una propria collana editoriale riconosciuta.

                Le scuole che decidono di aderire al progetto Gutenberg sono le più all’avanguardia, quelle più attente alle proposte della modernità e che vogliono offrire ai propri studenti e alla propria comunità lo strumento di formazione più adatto a loro.

                LEGGI L'ARTICOLO SU BETAPRESS

              I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
              Ok